Beverages

I Vini Bianchi

Cometa (Planeta)
Il Sicilia Fiano DOC “Cometa” di Planeta è un grande bianco da uve del Sud in grado di confrontarsi con i grandi bianchi del mondo: per questo negli Anni 90 è nata la sperimentazione sul fiano, probabilmente la più nobile varietà di origine campana. Nasce così il “Cometa”, vino che esprime al meglio le caratteristiche di questo straordinario vitigno e che oggi, a distanza di oltre un decennio, rappresenta uno dei vini di riferimento non solo della Sicilia ma di tutto il Sud Italia. Giallo paglierino, al naso esprime un bellissimo profilo olfattivo composto da note erbacee, da sentori di frutta esotica e da chiari rimandi alla macchia mediterranea. In bocca è elegante, disteso, sinuoso e tracciato da una luminosa mineralità. Ben equilibrato, chiude con un richiamo di bella acidità per un finale di grande persistenza.
14% Vol. – Fiano 100%
Consigliato con crostacei, aperitivi, sushi, crudo di pesce, e capesante .

SantAgostino (Firriato)
La viticoltura di precisione e l’enologia di rispetto sono emblemi della filosofia produttiva della famiglia Di Gaetano che ha, tra i suoi primogeniti, il Santagostino Baglio Sorìa Bianco, etichetta che ha innalzato il prestigio e la reputazione di Firriato ai quattro angoli del mondo. È un blend di Catarratto, la varietà autoctona a bacca bianca più diffusa in Sicilia, e Chardonnay, l’alloctono internazionale che meglio si è adattato sull’isola. La dotazione degli elementi minerali dai terreni di Baglio Sorìa si fondono in maniera equilibrata con la freschezza dei sentori floreali e fruttati del Catarratto e il bouquet ricco con il corpo complesso dato dalla fermentazione in barrique dello Chardonnay. I sentori del legno avvolgono il palato rendendo il Santagostino Baglio Sorìa Bianco un raro esempio di enologia di qualità nel panorama vitivinicolo siciliano. Il risultato è un vino di carattere, sofisticato ed elegante.
12,5 % Vol. Bianco fermo, 50% Catarratto – 50% Chardonnay
Consigliato con
baccalà, uova di riccio, la pasta con le sarde in bianco della tradizione siciliana, gli spaghetti ai frutti di mare, funghi porcini.

Quater (Firriato)
Universo ricco e composito senza pari, per bellezza e profumi. Dove la vite cresce da sempre, dove ogni grappolo ha il colore dell’oro: è terra di Sicilia. Questo vino ne coglie e ne esalta le straordinarie espressioni attraverso quattro gemme enologiche autoctone, racchiuse sapientemente “in uno”. La sorpresa arriva sin dal colore giallo intenso e sfavillante, che tende la mano a deliziose note fresche di agrumi e di pesca. Eleganza e complessità connotano l’aspetto gustativo di questa singolare unione, svelandone la tessitura originale ed innovativa.
14,5 % Vol., Mix di varietà autoctone come il Grillo, il Catarratto, il Carricante e lo Zibibbo
Consigliato con carni bianche, pasta e zuppe di pesce e crostacei, piatti a base di pesce e crostacei; formaggi di media stagionatura; apprezzabile anche fuori dai pasti.

Charme (Firriato)
Seducente e brioso al palato, intenso per i profumi fruttati, elegante nell’animo e dall’equilibrio vivace ed intrigante. Charme Bianco è un bianco apprezzabile per la freschezza solare portata in dote dal terroir di Borgo Guarini, particolare per la sua natura orografica e per la sua esposizione. La Tenuta concede tutta la mineralità che contraddistingue il suo suolo a questo blend di vitigni autoctoni, concepito per privilegiare leggerezza, freschezza e bevibilità. I vitigni autoctoni a bacca bianca, raccolti in anticipo rispetto alla loro naturale maturazione regalano allo Charme Bianco una vena acida molto appagante che spicca per fragranza e solarità. Sono queste le componenti che danno vita ad una struttura morbida, ideale per chi intende approcciarsi con eleganza a queste varietà siciliane.
12,5 % Vol. Bianco frizzantino, blend di vitigni autoctoni.
Eccellente fuori pasto e come aperitivo, si accosta egregiamente ad antipasti leggeri, carpacci di pesce, fritturine di paranza, molluschi crudi e sushi.

Altavilla della Corte (Firriato)
Utilizzando le risorse tipiche del territorio, la casa vinicola Firriato ha creato un bianco dalle ottime qualità; dall’armonico matrimonio tra i vitigni Grillo a sud di Trapani nella Sicilia Occidentale, effettuando una vinificazione che prevede pressatura soffice e fermentazione a temperatura controllata, nasce un vino dalle raggianti tonalità dorate,che trasmette al naso un bouquet seducente di nuance mediterranee come spezie e frutta secca, e dolci aromi di fiori e frutta.Buona struttura, scopre presto in bocca la sua anima dolce ma decisa, con un accenno sempre gradito di acidità, risulta gradevole e scorrevole al palato.
Consigliato con per antipasti delicati accompagnati da nobili affettati e con tutti i piatti a base di pesce e crostacei.
12,5 % Vol., 100% Grillo                                                                                                                                             

Le Sabbie dell’Etna (Firriato)
Giallo paglierino con riflessi verdognoli. E’ un esemplare vivido dei vini bianchi dell’Etna per le suggestioni olfattive e gustative che porta in dote, con ampiezze e profondità marine. Sapido, di lungo respiro, vive di una freschezza ammaliante e moderna. Un magnifico frutto dell’enologia dell’Etna. E’ un vino di grande afflato, il gusto è pieno e ricco di tessitura con una persistente linea sapida. Di lunga espressione, per freschezza e fragranza, avvolge il palato in un unicum che solo la vocazione varietale dei suoi uvaggi è capace di generare.
13,00 % Vol. Bianco biologico fermo, etna bianco doc, 60% Carricante, 40% Catarratto Bianco Comune.
Consigliato con piatti di marebrodo di pesce, spatola, calamari,caciucco e cozze. Bene anche carni bianche salsate, affumicati e sformati verdure.

Catarratto (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
Antisa, è l’attesa, carica di aspettative sogni e fiducia. Vino dal colore giallo paglierino, viene coltivato a 900 metri per un aromaticità tipica con note di pompelmo rosa. Equilibrato, sapido e con decisi sentori minerali e di frutti esotici e di fiori di campo.
12,5 % Vol. Bianco fermo, 100% Catarratto
Consigliato con
carni bianche, pasta e zuppe, pesce e crostacei e verdure.

Grecanico (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
Gerundio vendemmia 2016  Ecco l’interpretazione di Tasca d’Almerita, del Grecanico vinificato senza l’aggiunta di solfiti. Il processo di fermentazione, a riparo dall’aria, con un controllo delle temperature e un lungo contatto con le proprie fecce per quattro mesi, ha un’azione antiossidante. Le note tipiche del vitigno si arricchiscono di complessità aromatica: the al limone, agrume, ananas sciroppata e succo di melograno.

Leone (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
Vino dal colore giallo paglierino brillante con netti riflessi verdolini.  Leone d’Almerita di Tasca d’Almerita è uno di quei vini bianchi che impressionano per l’aromaticità che sono in grado di offrire. È la summa della freschezza delle uve bianche coltivate in alta collina, sino a raggiungere i 900 metri di altitudine. Gusto morbido e ricco, intenso e fragrante.  Lascia una piacevole sensazione di frutto dolce e maturo.
12,5% Vol.  Catarratto (52%), Pinot Bianco (19%), Sauvignon (15%) e Traminer Aromatico (14%).
Consigliato con antipasti caldi di pesce, crostacei, affumicati e pesce alla griglia.

Nozze D’Oro (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
E’ nell’unicità della composizione varietale il segno del suo romanticismo. Nato da inzolia e sauvignon, e dal colore paglierino , ha sentori intensi e freschi di frutta matura come mela, pesca e melone, si stende una tipica ed elegante nota di mandorla. In bocca è pieno, ricco di struttura, morbido e di buona lunghezza, bianco che può durare nel tempo, ottimo dai 2/4 anni dalla vendemmia
12,5 % Vol. – Insolia 72%  Souvignon 28%                                                                                                                                Consigliato con antipasti di pesce marinato, risotto ai frutti di mare, carri bianche, pesce alla griglia, vastedde, schiacciate e pizze con pesce.

Regaleali (Tasca d’Almerita)
Bianco, pulito, fragrante e versatile, è frutto di un blend formato da Grecanico, Catarratto, Inzolia e Chardonnay e rivela nettamente le massime peculiarità aromatiche di ciascun vitigno. Color giallo paglierino, delicato e luminoso, ha profumi netti e tipici di agrumi, mela, pera e pesca, note erbacee, fiori di campo e sfumature minerali gessose. Corrispondente al palato, è fresco, sapido ed equilibrato. Chiusura agrumata.
Consiglianto con  aperitivi, primi piatti e pietanze a base di pesce, verdure gratinate e carni bianche arrosto.
Vol 12% 

Bianco di Nera (Milazzo)
Vino dal colore giallo delicato, dal sapore dolce e morbido, con freschezza intrigante. Gli odori sono di frutto maturo di tipo tropicale con evidenti note di ananas.  Blend da vitigni autoctoni.
Consigliato con antipasti, primi piatti leggeri, pesce e carni bianche.
12% Vol
Bianco di Nera (Milazzo) 375ml

Maria Costanza (Milazzo)
Vino dal colore giallo paglierino. Al naso effonde freschi aromi floreali di zagara, fruttati di ananas e banana, note di pepe bianco. Il sapore è pieno con belle note caloriche e minerali che equilibrano il sorso e lo rendono di gran piacevolezza gustativa.
Vitigni Inzolia dominanti, supportati dall’apporto aromatico di alcune selezioni di biotipi di Chardonnay.
Consigliato con antipasti, pesce, carni bianche, funghi e tartufi e, generalmente, con i cibi delicati.
13% Vol

Grillo (Abbazia Santa Anastasia)
Dal colore verdolino scarico molto accattivante. Profumo fresco e floreale con netti sentori di mela renetta ed ananas, delicate note agrumate. Sapore sapido, minerale, leggermente morbido con leggera vivacità al palato dovuta alla delicata presenza di anidride carbonica naturale, originale della fermentazione alcolica 12,5% Vol Chardonnay in purezza.

Sinestesia (Abbazia Santa Anastasia)
Vino brillante, di colore giallo paglierino chiaro con leggere sfumature tendenti al verde. Al naso floreale e fruttato intenso, con chiare note che ricordano gli aromi primari del vitigno, ben amalgamati a sentori di agrumi e sfumature minerali. Il gusto è pieno e persistente, ottimamente equilibrato e con buona mineralità ed acidità ben bilanciati dalla bassa alcolicità del vino.
13,5% Vol Sauvignon Blanc in purezza

Altamora Etna Bianco (Cusumano)
Il più alto vulcano d’Europa, simbolo di una natura emozionante di una viticoltura antica e ostinata, crea vini che sanno esprimere la qualità ed il carattere unico del territorio
Carricante, varietà autoctona coltivata a spalliera in 6 ettari di vigneti, ad una altitudine di 600 metri s.l.m. Zone di produzione: Milo, contrada Praino versante sud e Castiglione di Sicilia in contrada Verzella, dove la freschezza dei terreni concede la piena maturazione del Carricante senza snaturarne i profumi. L’annata 2014 è stata fresca in primavera, con piogge regolari. L’estate è stata fresca nella prima parte per poi esplodere in una calda ed asciutta parte finale.
12,5 % Vol

Angimbè (Cusumano)
Ogni vino è espressione del suo territorio.Vino territoriale della Cusumano prodotto dalle uve che crescono nella Tenuta di Ficuzza Piana degli Albanesi (PA). 189 ettari, 700/800 m di altitudine, terreno franco argilloso, 60 microaree.Vendemmia Manuale, lo Chardonnay nel mese di agosto, l’Insolia durante la prima decade di settembre. Vinificazione Macerazione a freddo delle bucce per 12 ore a 8°C, pressatura pneumatica, decantazione a freddo, fermentazione a 18°-20°C, permanenza in acciaio sulle fecce fini per 4 mesi e successivo affinamento in bottiglia.
13,5% Vol – Insolia 70%, Chardonnay 30%.

Insolia (Cusumano)
Vino prodotto nelle tenute di Ficuzza (alcamo). La vendemmia è manuale, nella prima decade di settembre. Vinificazione e macerazione a freddo delle bucce con il mosto fiore ad una temperatura di 8°C per circa 12 ore, successiva pressatura soffice. Decantazione a freddo e fermentazione ad una temperatura di 18°-20°C, permanenza sulle fecce fini in acciaio per almeno 4 mesi e successivo affinamento in bottiglia
13,5% Vol – Catarratto 60%, Grecanico 30%, uve aromatiche 10%.
 

 

I Vini Rossi

 Cabernet Sauvignon (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
Il Cabernet Sauvignon di Tasca d’Almerita è uno dei primi di vini di questa tipologia, in purezza, ad essere stato prodotto in Sicilia, nella celebre Tenuta Regaleali,Oggi il Cabernet Sauvignon rappresenta una realtà consolidata , dal forte riconoscimento internazionale, testimoniato dai premi assegnati con continuità dall’annata 1990 ad oggi. Vino dal colore rosso rubino , dal profumo intenso con aromi di frutti di bosco e sentori di spezie, pepe nero, tabacco, cannella, vaniglia; di sottofondo aromi erbacei di salvia e menta. Gustoricco ed elegante, con tannini persistenti e morbidi; sentori legnosi equilibrati.
Vol  14% –
Cabernet Sauvignon 100%
Consigliato con carni rosse, carne in umido, carne alla griglia carpacci, formaggi , formaggi a pasta dura.

Lamuri (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
Vino dal colore rosso rubino, nasce nel 2002 come Nero d’Avola di alta collina, espressione del Territorio della Tenuta Regaleali, per valorizzare una delle più promettenti varietà del patrimonio della Sicilia. Vino rosso fermo, corposo ed equilibrato, proveniente da passaggi in barrique che gli conferiscono eleganza e morbidezza dei tannini, con sentori primari precisi e definiti. Il vino viene fatto affinare per 12 mesi in barriques di secondo passaggio ma al palato il legno non è invasivo. L’obbiettivo è un vino monovarietale con un preciso riferimento organolettico. All’olfatto piccoli frutti rossi, more di rovo e more di gelso, ciliegia e confettura d’amarene. Spezie: alloro, cannella, vaniglia, caffè, liquirizia e carrubo.
Nero d’Avola 100%
Consigliato con affettati e salumi, carni rosse, carne in umido pasta con sugo di carne e formaggi stagionati.
Vol 13,5

Regaleali (Tasca d’Almerita) (Tenuta Regaleali)
Brillante, dal colore rosso rubino intenso, con sentori di ciliegia gelso mirtillo ed amarena, Regaleali Rosso, Nero d’Avola, primo genito della Tenuta, rappresenta una costante nel panorama di vini siciliani e non. Morbido e giustamente tannico rilascia, una piacevole sensazione. Un grande classico, un rosso che vanta ben 54 vendemmie e che rappresenta uno dei vini storici della viticoltura siciliana. Un Nero d’Avola che si distingue, che racconta la maturitità di un vino capace di essere prima pungente ed austero, e solo dopo più fruttato e generoso.
Vol 13,5 % Nero d’Avola 100%.
Consigliato con menù a base di carne, agnello, ragù, carni rosse.
Regaleali rosso  (Tasca d’Amlerita) 375 ml

Le Sabbie dell’Etna (Firriato)
Lo straordinario terreno circostante, il più grande ed inquieto vulcano attivo d’Europa poteva generare questo vino aristocratico di grande personalità. Il vivido colore rubino anticipa un delizioso e complesso bouquet dove cannella, pepe nero, cassis e ciliegia sotto spirito si alternano e si fondono in modo mirabile. In linea con le premesse, nel palato incede caldo ed avvolgente, concentrato e persistente, dotato di tannini di singolare piacevolezza ed eleganza.
Vol 13,5% Rosso fermo, etna rosso doc, 20% Nerello Cappuccio, 80% Nerello Mascalese
Consigliato con
piatti a base di carne alla griglia, arrosto, selvaggina e formaggi a media stagionatura 

Quater Vitis (Firriato)
Quater Vitis Rosso racchiude la Sicilia del vino in un bicchiere ed è un blend di uve di Nero d’Avola, Perricone e Frappato allevate nella tenuta di Pianoro Cuddìa mentre, il Nerello Cappuccio è allevato nella Tenuta di Cavanera a circa 680 m.s.l. sull’Etna. Nasce da quattro vendemmie differenti e altrettante vinificazioni eseguite separatamente per esaltare le peculiarità di ogni singola varietà. L’affinamento di ogni singolo vino avviene in barrique di rovere americano e francese, per un periodo massimo di 10 mesi. I diversi tipi di legno apportano note boisé, unite a nuance di vaniglia. Le migliori cuvée che si ottengono vengono assemblate per dare vita a questo vino che esalta armonicamente i sentori di frutta rossa del Nero d’Avola, la freschezza del Frappato, le note speziate del Nerello Cappuccio e l’eleganza del Perricone.
Condigliato con carni rosse, stufati, carni cotte a bassa temperatura.

Altavilla dell corte (Firriato)
Il Cabernet Sauvignon è un vitigno di origine bordolese che regala vini caratterizzati da una incomparabile morbidezza al palato. E’ la varietà prediletta per la produzione dei grandi rossi destinati a lunghi invecchiamenti. Grazie a una incredibile capacità di adattamento ai diversi climi, è il vitigno più diffuso al mondo. Altavilla della Corte Cabernet Sauvignon è l’etichetta che sigilla un patto d’amore tra due storiche aree vinicole del mondo: la Francia e la Sicilia. La prima è la terra d’origine delle uve di Cabernet Sauvignon, la seconda è l’isola nel cuore del Mediterraneo dove la Famiglia Di Gaetano ha dato vita al sogno di Firriato. Terra da sempre vocata alla viticoltura di qualità, la Sicilia riesce a esprimere nel bicchiere tutta la sua autenticità. 

Charme Rosè (Firriato)
Blend di vitigni autoctoni Charme Rosè è l’omaggio delicato che Borgo Guarini riserva agli amanti dei vitigni autoctoni siciliani . In particolari versanti di questa collina, immersa nella campagna trapanese, vengono selezionati gli autoctoni siciliani  a bacca nera, raccolti in leggero anticipo rispetto alla maturazione completa con l’obiettivo di  salvaguardarne la carica aromatica e l’acidità. La normale vinificazione in bianco con un breve contatto con le bucce dona al vino il caratteristico e piacevole colore rosato, mentre la successiva spumantizzazione con presa di spuma in autoclave esalta quest’unione rendendo lo Charme Rosé estroverso e brillante. Il perlage setoso introduce a suadenti profumi che si ritrovano esaltati in un gusto fragrante e fresco: un vino di  carattere, ideale compagno di momenti spensierati. 

Castello Svevo (Milazzo)
Vino dal colore rosso rubino con riflessi porpora dai profumi floreali di rosa rossa, fruttati di mora ed amarena insieme a percezioni di pepe nero e sottobosco. E’ un assaggio di piacevole freschezza dall’apprezzabile equilibrio gustativo. Da abbinare ad antipasti a base di verdure, salumi, piatti a base di carne bianca e rossa, formaggi freschi e a media stagionatura.
Vol 12,5% Nero D’Avola prevalente con blend di uve

Fondirò (Milazzo)
Un vino dalle caratteristiche uniche, ottenuto con uve coltivate in uno dei più antichi vigneti della Famiglia Milazzo.Lunghissime maturazioni e affinamento finale in bottiglia contribuiscono a creare un rosso di grande struttura ed eleganza. Alla degustazione rilascia sentori di fiori rossi appassiti e mora matura. Caldo ma con spiccata freschezza acidica a garanzia di una lunghezza degustativa. Morbido e dolce allo stesso tempo per evidenziare la perfetta maturità delle uve e la corretta tecnica enologica di vinificazione.

Consigliato con carne alla griglia con particolare predilezione per carni rosse di buona marezzatura (Black Angus), tagli di suino Iberico, arrosti, selvaggina) e formaggi di media stagionatura.
Vol. 14%

Passo Maggio (Abbazia Santa Anastasia)
Ha avuto una buona macerazione ed una media evoluzione in legno per arrotondare i suoi nobili tannini, mantenendo l’originale fragranza e il bouquet primario. Vino ‘souple’, ricco, equilibrato che può vivere a lungo. Affinato per 9-10 mesi in barriques di rovere francese Allier di secondo passaggio, 6-7 mesi in bottiglia, da abbinare con carni rosse, carni bianche e pesci saporiti, formaggi a pasta media
Vol. 13% . Nero D’Avola e Merlot 
 

Nero D’Avola (Abbazia Santa Anastasia)
Il Nero d’Avola si presenta con un colore rosso rubino intenso leggermente sfumato sul viola. Buona la limpidezza e la concentrazione. Offre all’esame olfattivo profumi che evocano aromi di frutta rossa intensi, piacevoli e comunque freschi. In bocca si offre generoso con venature fruttate e speziate. Di buon corpo è tuttavia molto gradevole e ottimo da sorseggiare.
Vol 13%. – Nero D’Avola in purezza

Litra (Abbazia Santa Anastasia)
Aristocratica enologia quella del Litra. E’ un Cabernet Sauvignon in purezza per lungo tempo invecchiato in barriques di rovere francese. Il suo ricco bouquet, la sua trama setosa e piena e la sua morbida corposità riescono a catturare magicamente tutto l’ardore e la passione che ha dato l’Abbazia Santa Anastasia alla tradizione e alla cultura, riscoprendo l’essenza di una Sicilia dimenticata
Vol 14% . Cabernet Sauvignon in purezza
 

Cerasuolo di Vittoria (Planeta)
È dalle bellissime campagne di Dorilli, tra il mare e i monti Iblei, che nasce il Cerasuolo di Vittoria, grande vino rosso del Sud. Rosso rubino, al naso esprime bei profumi di piccoli frutti rossi, fragola e ciliegia, di fichi d’india e di caramelle alla frutta. In bocca è morbido e vellutato, caratterizzato da una bella freschezza e da una certa acidità. Dalla delicata eleganza, chiude con un finale di ottima persistenza. Si tratta di un vino unico, ottenuto dalle varietà autoctone nero d’Avola e frappato, riconoscibile e indimenticabile per i suoi sapori giovanili e i profumi di ciliegia, fragola e melograno, dovuti alla particolarità dei suoli e del clima in cui sono coltivate le uve. Il Cerasuolo di Vittoria DOCG di Planeta è un vino che come pochi coniuga tradizione e piacevolezza del vino.

13% Vol. Nero d’Avola 60%, Frappato 40% 

Frappato (Planeta)
Poche decine di ettari in totale, per una varietà autoctona della Sicilia e dalla zona di Vittoria in particolare: quella del frappato è un’uva da cui si ricavano vini aromatici e piacevoli, disimpegnati e di facile beva. Se a tutto ciò poi si aggiunge il nome della cantina Planeta, ecco che la tipicità e l’eccellenza sono servite su un piatto d’argento, con un vino che si fa trovare sempre pronto a tavola, versatile come pochi altri. Lavorato e lasciato maturare solamente in acciaio, è un Rosso in cui batte forte un cuore siciliano, caldo, mediterraneo e amichevole. Anche su preparazioni a base di pesce, reggerebbe l’accostamento. Rosso rubino alla vista, luminoso e chiaro. Richiami floreali alla rosa e alla viola aprono l’olfattiva, che poi prosegue su toni fruttati di fragole e arancia rossa, per chiudere con sbuffi iodati e di erbe aromatiche. Fresco e scorrevole il palato, gradevolmente sapido e corrispondente al naso

13% Vol. Frappato 100% 

Altamora Etna Rosso (Cusumano)
Il più alto vulcano d’Europa, simbolo di una natura emozionante di una viticoltura antica e ostinata, crea vini che sanno esprimere la qualità ed il carattere unico del territorio
Nerello Mascalese in purezza, varietà autoctona coltivata a spalliera e ad alberello in 12 ettari di vigneti ad una altitudine di 600/800 metri s.l.m. nelle contrade Verzella, Pietramarina, Feudo di Mezzo e Solicchiata. La maturazione delle uve è stata perfetta, le gradazioni leggermente più alte del solito, ma il calore non ha influito sui profumi che esprimono frutta perfettamente matura.
14% Vol
 

Benuara (Cusumano)
Ogni vino è espressione del suo territorio. Vino territoriale della Cusumano prodotto dalle uve che crescono nella Tenuta Presti e Pegni Alcamo (TP). 70 ettari, 250 m sul livello del mare, esposizione al sole dall’alba al tramonto, terreno argilloso compatto, grande complessità nei vini.
Le uve sono Nero d’Avola 70%, Syrah 30%.
La vendemmia è manuale, il Nero d’Avola nella prima decade di settembre, il Syrah nell’ultima decade di agosto.

14,5 % Vol 

Syrah (Cusumano)
Vendemmia manuale nell’ultima decade di agosto. Vinificazione, diraspatura e macerazione a freddo delle bucce per due giorni a 5°C; fermentazione a 26-28°C con frequenti rimontaggi e follature; malolattica in acciaio e permanenza sulle fecce fini per almeno cinque mesi e successivo affinamento in bottiglia.
14% Vol . Syrah 100%

Merlot (Cusumano)
Vendemmia manuale nella prima decade di settembre. Vinificazione, diraspatura e macerazione a freddo delle bucce per 2 giorni a 5°C, fermentazione a 26°-28°C con frequenti rimontaggi e follature, malolattica in acciaio e permanenza delle fecce fini per almeno cinque mesi e successivo affinamento in bottiglia
14% Vol. Merlot 100%